IX Congresso Mondiale di Psicomotricità - Verona, dal 6 al 9 maggio 2010

mercoledì 17 giugno 2009

Se nel passato il corpo ha oscillato alternativamente tra materia e psiche, oggi, grazie ai contributi di molteplici discipline, esso viene maggiormente compreso e ricompreso in tutta la sua complessità.

Tuttavia, la Psicomotricità da sempre ne sottolinea la sua multidimensionalità fino ad individuarlo come persona. Emozione, affetto, sensorialità, percezione, rappresentazione, parola, relazione, comunicazione, dipendenza, autonomia trovano nel corpo quel denominatore comune da cui svilupparsi e attraverso il quale esprimersi.

L’intelligenza, allora, non è solo quella della logica classica, ma è costituita da tutta una serie di varianti, livelli ed espressioni di cui il corpo è il criterio di riferimento essenziale nei vari momenti della vita sia nel benessere che nel disagio.

Famiglia, scuola, servizi della salute e società sono tutti impegnati a riconoscere e sviluppare le diverse intelligenze del corpo in vista di un miglior benessere individuale e sociale.

In questa direzione, la Psicomotricità si propone come disciplina capace non solo di valorizzare le singole intelligenze ma anche di coniugarle. In tal senso, la prevenzione e la presa in carico in psicomotricità e rilassamento costituiscono un’esperienza importante per la valorizzazione di qualsiasi intelligenza presente nell’individuo onde salvaguardarne l’unità psico-corporea.


Obiettivi: Riunire gli psicomotricisti italiani, europei e del mondo per fare il punto della situazione sulla Psicomotricità. Aggiornamento su conoscenze, strumenti di valutazione e presa in carico nonché sulle ricerche attuali nell’area della Psicomotricità, del Rilassamento e delle Tecniche Psico-corporee applicabili sia in ambito preventivo-educativo che terapeutico in ogni età, istituzione e situazione di vita. Sensibilizzare le Istituzioni pubbliche e private al riconoscimento ufficiale della Psicomotricità e dello Psicomotricista. Un’occasione perché gli psicomotricisti trovino un linguaggio comune e si confrontino con gli altri operatori della salute e dell’educazione.

PROGRAMMA PRELIMINARE
- Corpo e cultura
- Filogenesi, ontogenesi e retrogenesi dei processi psicocorporei
- I bisogni evolutivi della persona
- Il corpo espressivo e comunicativo
- Il corpo nella società: in famiglia, a Scuola, nei servizi sanitari, socio-sanitari, socio-educativi e nelle imprese
- L’identità psicocorporea della persona
- Il corpo: integratore delle diversità
- Fondamenti scientifici della Psicomotricità
- I nuovi apporti delle neuroscienze e della psicologia
- Corpo, emozione e salute mentale
- Sensorialità e intelligenza
- Processi, corporei, emotivi e logici dell’apprendimento
- Pensiero concreto e astratto: dalla dipendenza all’autonomia
- L’intelligenza sociale
- Il dialogo tonico come fondamento dello sviluppo della personalità
- I disordini psicomotori nei soggetti intelligenti, nei disturbi di personalità e del comportamento e nelle patologie organiche
- La valutazione psicomotoria: attualità. Necessità di una ricerca quantitativa e qualitativa
- La Psicomotricità come prevenzione ed educazione
- La Psicomotricità nell’età evolutiva, in psichiatria, in geriatria...
- Le risposte della Psicomotricità ai bisogni emergenti della società: etnopsicomotricità, ergopsicomotricità
- Stress e rilassamento
- Corpo, immagine di sé e socializzazione
- Pedagogia del corpo e formazione degli adulti
- Ruolo dello psicomotricista nei Servizi alla persona con disagio
- Prospettive della Psicomotricità nelle istituzioni

Relatori: Albaret J.M. (Francia), Battaglia G. (Italia), Boscaini F. (Italia), Bounes M. (Francia), Bourger P. (Francia), Caliari E. (Italia), Cañizares M. (Cuba), Cenerini M.G. (italia), Colombara M. (Italia), Compostella S. (Italia), Crimi G. (Italia), Cuesta Pesantez G. (Ecuador), Dalla Bernardina B. (Italia), D’Angelo C. (Italia), Fonseca da V. (Portogallo), Fregola C. (Italia), Frimodt L. (Danimarca), Galvani C. (Brasile), García Núñez J.A. (Spagna), Giacomazzi D. (Italia), Golse B. (Francia), Hermant G. (Francia), Loureiro da Silvia B. (Brasile), Madera M.R. (Italia), Malesani P.G. (Italia), Martins R. (Portogallo), Matta C. (Libano), Mendez Ruiz P. (Paraguay), Mila J. (Uruguay), Moro V. (Italia), Neri L. (Italia), Notarnicola R.P. (Italia), Polini M. (Italia), Roccalbegni P. (Italia), Saint-Cast A. (Francia), Suárez M.B. (Messico), Wille A.M. (Italia) e altri.
Struttura del Congresso: conferenze plenarie, conferenze e laboratori in contemporanea, tavole rotonde, interventi preordinati, poster, interviste…

Partecipanti: massimo 800

Lingue Ufficiali: italiano, francese, spagnolo, inglese

Traduzione: simultanea in plenaria, in consecutiva nelle aule

ECM: richiesti per tutte le figure professionali

Patrocini già avuti: API, Associazione Psicomotricisti Italiani, APPI, Associazione Professionale Psicomotricisti Italiani, AIFP, Associazione Italiana Formatori in Psicomotricità, FFP, Fédération Française Psychomotriciens, FIPm, Federazione Italiana Psicomotricisti, FIScOP, Federazione Italiana Scuole Operatori Psicomotricità, FISSPP, Federazione Italiana Scuole Superiori Professionali di Psicomotricità, ISRP, Institut Supérieur de Rééducation Psychomotrice, Parigi

Presidenti Onorari: Soubiran G.B. (Francia) e Malesani P.G. (Italia)

Presidenti Congresso: Bellotti G.G. (Italia) e Boscaini F. (Italia)

Comitato Scientifico: Arnaiz Sánchez P. (Spagna), Crimi G. (Italia), Dalla Bernardina B. (Italia), Madera M.R. (Italia), Piasere L. (Italia), Saint-Cast A. (Francia)

Comitato organizzatore: CISERPP in collaborazione con OIPR: Colombara M., Giacomazzi D., Hermant G., Neri L., Notarnicola R.P., Polini M.

Comitato organizzatore permanente: Azoumé P. (Gabon), Boscaini F. (Italia), Bottini P. (Argentina), Chantalat P. (Lussemburgo), García Núñez J.A. (Spagna), Gurovitch T. (Cile), Hermant G. (Francia), Loureiro da Silva B. (Brasile), Soubiran G.B. (Francia), Martins R. (Portogallo), Matta C. (Libano), Mendez Ruiz P. (Paraguay), Mila J. (Uruguay), Pesántez Cuesta G. (Ecuador), Suárez M.B. (Messico), Yernaux J.P. (Belgio)

Quota partecipazione: entro il 31.10.’09 dopo il 31.10.’09
- Partecipanti generali € 370,00 € 430,00
- Psicomotricisti soci € 340,00 € 390,00
AIFP, API, APPI, FIPm e FIScOP (in regola con la quota annuale)
- Studenti € 300,00 € 340,00
(con giustifica allegata)
- Aggiunta per eventuali ECM: € 50,00

Banca Popolare di Verona e Nogara, agenzia di Quinzano
C/C n° 000000007909 - ABI: 05188 - CAB: 11728 - CIN: Q
IBAN: IT 16 Q 05188 11728 000000007909

pt it es fr uk de